Regione Lazio - Ulteriori modifiche alla L.R.38/1999 - Edificazione in zona agricola - Ora possibili accorpamenti e frazionamenti di edifici esistenti - Pubblichiamo il testo coordinato

Con le leggi regionali n.7 del 18 luglio 2017 e n.9 del 14 agosto 2017 (si avete letto bene proprio 14 agosto!) la Regione Lazio ha apportato nuove modifiche ed integrazioni alla L.R. n.38/1999 in particolare per l'edificazione in zona agricola recependo in parte per quanto di competenza la legge sulla rigenerazione urbana.

Non ci sono grossi cambiamenti forse quello più importante è dato dall'introduzione del comma 3bis aggiunto all'articolo 55:

3 bis. Per gli edifici esistenti nelle zone di cui al presente articolo, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) sono consentiti interventi di manutenzione straordinaria consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso.

che permette ora il frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari esistenti comportante anche la variazione di superficie ma non di volumetria complessiva mantenendo la destinazione d'uso originaria. E' un piccolo ma significativo passo in avanti.

Pubblichiamo il testo coordinato, modificato ed integrato dalle leggi citate.

Rate this item
(0 votes)

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

PARTNERS

polidori2

polidori2

Dove siamo

JoomShaper